Tag Archives: lampada

Restyling

14 Feb

Buona sera followi!

Stasera condivido con voi il mio ultimo progetto creativo. In realtà non è niente di speciale ma mi sono divertita a pensarlo e realizzarlo e il risultato mi piace tantissimo. In camera da letto avevo un faretto incassato che non illuminava granché, così ho deciso di sostituirlo con una lampada. Ho scelto di metterci una grossa lampadina tonda molto bella che però aveva bisogno di essere “completata”. Ho valutato varie soluzioni fai da te poi, un giorno, nell’angolo occasioni dell’ikea ho trovato un bel paralume senza fronzoli e dalla bella forma in vendita a 1,50 euro. Gli mancavano tutti gli altri pezzi ma a me non servivano quindi l’ho comprato e ho deciso di decorarlo per personalizzarlo. Ho trovato quasi subito l’ispirazione per il disegno mentre per trovare la tecnica migliore per dipingere sulla plastica ho dovuto fare un po’ di tentativi. Alla fine ho riportato il disegno sul paralume con la matita, l’ho ripassato con un semplice uni posca nero e… basta. Tutto qua. Il risultato mi sembra molto carino. Voi cosa ne pensate?

ok

Alla prossima amici! Prestissimo per tutti voi ci sarà una bella sorpresa quindi restate sintonizzati :)

 

Annunci

Paint your… gaffe dal mondo del fai da te in TV #2

27 Set

Ciao followi e viandanti della blogosfera che siete capitati qui per caso!

Oggi vorrei ritornare sul tema delle brutture fai da te che ci propinano nei programmi tv ma da un punto di vista diverso. Oggi non voglio parlarvi di errori di realizzazione ma di errori di creatività. Spesso, infatti, le decoratrici del piccolo schermo ci mostrano cose orrende e nemmeno originali. Mi è capitato spesso di vedere un progetto fai da te spacciato per “idea originale“, “colpo di genio” o “improvvisa ispirazione” quando invece si tratta di semplice furto d’idee. E anche con poca furbizia. Di solito i progetti plagiati sono cose molto strambe, che non verrebbero in mente a nessun uomo sano di mente, se non a quel designer psicopatico che conosce le persone giuste e riesce a vendere la sua strampalata idea. Ma attento designer, dietro l’angolo c’è sempre un’affamata decoratrice pronta a rubarti l’idea.

Per inciso il programma che voglio prendere di mira è sempre quello dell’altra volta (clicca qua se vuoi leggere il post): Paint your Day, in onda su Real Time, canale 31 del dt (ma non so se è ancora in onda, ho problemi con l’antenna e Real Time non lo prendo più, solo qualche immagine traballante nelle fasce orarie dedicate agli abiti da sposa, che per parlarne ci vorrebbe un altro post…). In particolare vorrei portare alla vostra attenzione questo progetto: (clicca qua per vedere il video e le istruzioni per realizzarlo)

Lampada realizzata con vecchi giocattoli.

Untitled-1

Tralasciando che solo un malato di mente (probabilmente solo il designer sopra citato e forse qualche suo amico che non vuole ferirne i sentimenti) metterebbe una lampada del genere in casa propria, quello che mi preme sottolineare è come l’idea non sia venuta alla decoratrice vedendo la lampada a casa di un’amica, come invece lei afferma, ma si tratti di un oggetto “di design” (e qui ci sarebbe da discutere) le cui immagini circolano sui blog e addirittura su facebook da molto tempo (ho trovato post del 2011 che ne parlano).  Ora, a meno che l’amica  della decoratrice non sia a sua volta amica di quel designer pazzoide che ha avuto questa “geniale” idea, la nostra decoratrice ha semplicemente visto su internet (o su un catalogo, su una rivista… fa lo stesso)  una cosa e l’ha copiata. Il suo lavoro sta tutto nello spiegarci come possiamo realizzarla da soli, cosa che anche la persona con meno manualità dell’universo guardando il progetto finito può facilmente capire.

Per inciso, questo e questo sono due designer (certamente pazzi) che l’hanno realizzata molto prima della nostra decoratrice. E se posso azzardare un giudizio, le lampade realizzate dal primo designer con questa tecnica mi pare abbiano una certa coerenza, un tema alla base e una forma studiata mentre quella della decoratrice sembra una raccolta indifferenziata di giocattoli dimenticati sotto al letto di un bambino.

Il punto è: non capisco perché copiarle e spacciarle per una cosa “vista in casa di un’amica”, se sei una decoratrice avrai anche idee tue, no?

Comunque fanno tutte cagare e non le metterei mai in casa.

Viva l’ikea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: